Deco supporta la creatività e crede nel design intelligente. Seleziona i progetti migliori e li realizza nel rispetto dei propri valori.

Brian Sironi
Il progetto ZENO e la collaborazione con DECO

Brian Sironi nasce a Seregno (MI) nel 1977. Si laurea in Disegno Industriale presso il Politecnico di Milano e prosegue la sua formazione collaborando con architetti e designer. Il suo percorso formativo si colloca nel cuore della Brianza, a contatto con varie professionalità del sistema-design: falegnami, fabbri, intagliatori, tappezzieri. Una formazione metà artigianale e metà accademica, con un radicamento sul territorio che è parte integrante del suo progetto di designer italiano e cosmopolita. Infatti prosegue il suo percorso negli Stati Uniti e al suo ritorno, nel gennaio del 2008, fonda il suo studio.
Nei suoi progetti si concentra sulla ricerca di forme pure e sulla facilitazione del rapporto fra prodotto e utente. Il suo proposito è migliorare la vita di ogni giorno aggiungendo un po' di meraviglia, un piccolo stupore di fronte al dettaglio di un oggetto o al funzionamento di un meccanismo.

Nel 2010 è selezionato per l'esposizione "The New Italian Design Reloaded" presso La Triennale di Milano ed il museo Santralistanbul ad Istanbul. Il suo progetto più importante è la lampada Elica prodotta da Martinelli Luce, che si aggiudica numerosi riconoscimenti: il premio Design dello Stupore nell'ambito del concorso Young & Design (2009), il prestigioso premio internazionale IF Gold Award (2010), il Good Design Award (2011), il Red Dot Design Award (2011). Ed è sempre grazie alla lampada Elica che, a soli 33 anni, nell'edizione del 2011, vince il Compasso d'Oro ADI.

Brian Sironi

DECO è un'azienda in divenire ma con idee molto chiare sul proprio posizionamento nel mercato e sulle peculiarità distintive del prodotto difficilmente ricercate e visibili in una "X" azienda di imbottiti. L'idea di partecipare allo start up con altri giovani amici designer mi è parsa subito interessante per la condivisione delle esperienze di tutti, lavorando a stretto contatto con un imprenditore giovane e desideroso di costruire mobili con passione in un contesto storico dove pochi mostrano il suo coraggio incondizionato.