Deco supporta la creatività e crede nel design intelligente. Seleziona i progetti migliori e li realizza nel rispetto dei propri valori.

Mario Ferrarini
Il progetto VIRGO e la collaborazione con DECO

Mario Ferrarini nasce a Como nel 1978. Laureato in Industrial Design presso il politecnico di Milano, dal 2004 inizia a fornire consulenze ad autorevoli studi internazionali di design e architettura per lo sviluppo dei prodotti, per gli allestimenti fieristici e il design di interni. Sempre nel 2004, riceve diversi riconoscimenti durante il concorso "Idee per la Luce" al Cristalplant Design Contest in collaborazione con Antonio Lupi, oltre a partecipare ad altri eventi e mostre. Dal 2006 realizza prodotti per svariate aziende come Antonio Lupi, Emmemobili, Nube Italia, Bitossi Ceramiche e Jacuzzi e, inoltre, continua la sua attività di interior designer e di progettazione di allestimenti fieristici. Lavora anche come freelance per alcuni design magazine. Ha un approccio pragmatico e visionario, teatrale e discreto al tempo stesso; ogni sua creazione rivela una minuziosa ricerca sia nel design stesso, sia nel progettare per ogni azienda un prodotto su misura e brand / marketing oriented. Ogni oggetto ha una storia distinta in cui le incognite progettuali di pensiero e di realizzazione devono sempre tradursi in idee non finalizzate a se stesse, ma a un mercato che il brand già percorre e intende approfondire e diversificare oppure che vuole spingere verso nuove frontiere. Il tentativo di Mario Ferrarini è sempre quello di lanciare, attraverso i suoi prodotti, messaggi che possano essere percepibili dall'utenza, un valore aggiunto intrinseco che si traduce con un'emozione suscitata, una riflessione o una soluzione intelligente puramente funzionale ma innovativa.

Mario Ferrarini

DECO è un'azienda in divenire ma con idee molto chiare sul proprio posizionamento nel mercato e sulle peculiarità distintive del prodotto difficilmente ricercate e visibili in una "X" azienda di imbottiti. L'idea di partecipare allo start up con altri giovani amici designer mi è parsa subito interessante per la condivisione delle esperienze di tutti, lavorando a stretto contatto con un imprenditore giovane e desideroso di costruire mobili con passione in un contesto storico dove pochi mostrano il suo coraggio incondizionato.